Il compito giornaliero della cooperativa Elsa è di strappare sorrisi a questi ragazzi meno fortunati di noi, poi tenerli attivi, occupati, dargli delle responsabilità per avviare un reinserimento nella società. Con queste parole il presidente Maurizio Bologna e il vice Mauro Bugnano riassumono così i 30 anni di attività della cooperativa sociale “Elsa” che si sono celebrati a Canelli con grandi festeggiamenti nell’ottobre 2017.
Una cooperativa che, innanzitutto è una grande famiglia, rimarcano i due titolari, poi viene tutto il resto. E nei trent’anni di attività, per tutto il resto, si intende la gestione di quelle che oggi sono ben 6 strutture, pensate per assistere ad oggi ben 40 persone diversamente abili, accudite da 45 dipendenti.

È nel 1987 che tutto ebbe inizio, grazie alla famiglia Bo, che dette vita alla prima struttura di questo tipo in provincia di Asti. Da vent’anni il testimone è passato a Maurizio Bologna e Mauro Bugnano, e oggi la “Comunità Elsa” nelle sue diverse strutture, ospita adulti con gravi e svariati deficit psico fisici che necessitano di un elevato grado di assistenza. Con le celebrazioni del trentennale, nell’ottobre 2017 si è inaugurata la sesta struttura, “Casa Maria”, una cosiddetta casa “mamma bambino”, che a San Marzano Oliveto accoglie mamme sole con bambini in difficoltà.